fbpx

Rende tutto più veloce, più facile, più efficiente

  • Italiano
    • Francese
    • Inglese
    • Rumeno
    • Ceco
    • Bulgaro
    • Tedesco
    • Spagnolo
    • Polacco

Rimborso IVA

FastVAT offre il recupero dell’IVA all’interno dell’UE. Grazie al prefinanziamento, FastVAT può rimborsare l’IVA entro 3 giorni dalla ricezione delle fatture elettroniche. Con FastVAT, è possibile registrarsi, inviare le fatture e gestire i rimborsi IVA online. Con le esclusive soluzioni IT, potrete essere indipendenti. Tuttavia, se necessario, il servizio di assistenza clienti è più che lieto di aiutarvi, nella vostra lingua, in tutte le fasi iniziali, per l’invio delle fatture o per qualsiasi altra richiesta relativa all’IVA e alle accise.

I trasportatori con sede al di fuori dell’Unione Europea possono recuperare l’IVA in un determinato numero di Paesi dell’Unione Europea e anche in Svizzera e Norvegia. Ciò è regolato dalla 13a DIR CEE, che determina le condizioni di rimborso.

Non esitate a contattarci se avete bisogno di ulteriori informazioni.

Aliquote IVA e spese recuperabili all'interno dell'Unione Europea

Rimborso IVA in Austria

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Austria, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard dell’Austria è del 20%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Austria?

Rimborso IVA in Belgio

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Belgio, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard del Belgio è del 21%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Belgio?

Rimborso IVA in Bulgaria

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Bulgaria, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard della Bulgaria è del 20%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Bulgaria?

Rimborso IVA in Repubblica Ceca

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Repubblica Ceca, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard della Repubblica Ceca è del 21%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Repubblica Ceca?

Rimborso IVA in Danimarca

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Danimarca, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard della Danimarca è del 25%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Danimarca?

Rimborso IVA in Francia

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Francia, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard della Francia è del 20%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Francia?

Rimborso IVA in Germania

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Germania, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard della Germania è del 19%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Germania?

Rimborso IVA in Italia

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Italia, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard dell’Italia è del 22%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Italia?

Rimborso IVA in Lussemburgo

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Lussemburgo, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard del Lussemburgo è del 17%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Lussemburgo?

Rimborso IVA in Norvegia

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Norvegia, la cui aliquota IVA standard è del 25%, si prega di contattarci per sapere come recuperare l’IVA.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Norvegia?

Rimborso IVA in Polonia

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Polonia, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard della Polonia è del 23%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Polonia?

Rimborso IVA in Portogallo

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Portogallo, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard del Portogallo è del 23%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Portogallo?

Rimborso IVA in Romania

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Romania, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard della Romania è del 19%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Romania?

Rimborso IVA in Slovacchia

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Slovacchia, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard della Slovacchia è del 20%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Slovacchia?

Rimborso IVA in Slovenia

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Slovenia, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard della Slovenia è del 22%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Slovenia?

Rimborso IVA in Spagna

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Spagna, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard della Spagna è del 21%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Spagna?

Rimborso IVA in Svezia

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Svezia, senza effettuare transazioni imponibili in questo paese, è possibile recuperare l’IVA, grazie alla direttiva Dir 2008/9/CE.

L’aliquota IVA standard della Svezia è del 25%. Per i trasportatori, è possibile recuperare principalmente le spese relative a gasolio, pedaggi, gallerie e talvolta tasse stradali quando presenti, ma dipende anche dalle norme interne sull’IVA del paese.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Svezia?

Rimborso IVA in Svizzera

Nel caso di trasportatori internazionali di merci che viaggiano in Svizzera, la cui aliquota IVA standard è del 7.7%, si prega di contattarci per sapere come recuperare l’IVA.

Volete sapere quali sono le spese su cui è possibile recuperare l’IVA corrispondente in Svizzera?