Make it Fast, Make it Easy, Make it Efficient

Rimborso delle accise sul carburante

Excise Duty refund on fuel expenses

In alcuni paesi, le imprese dell’UE possono avere diritto al rimborso delle accise pagate sull’acquisto del carburante, nel caso in cui sia utilizzato per la loro attività di trasporto di merci o di passeggeri. Le società di trasporto non UE sono escluse dal diritto al rimborso.

Quali condizioni per il rimborso delle accise sul carburante?

Ad oggi, solo pochi paesi europei consentono il rimborso parziale delle accise pagate sul carburante per il trasporto:

  • Spagna
  • Francia
  • Belgio
  • Slovenia
  • Italia
  • Croazia
  • Ungheria

Un altro importante problema che si pone alle imprese di trasporto per il recupero dell’imposta sul valore aggiunto è che i regolamenti di rimborso delle accise non sono armonizzati all’interno dell’Unione europea e, per questo motivo, non esiste una procedura standardizzata comune a tutti i paesi. In linea di principio, ciascuna amministrazione doganale nazionale stabilisce le norme.

Se rifornite i vostri camion o pullman nei paesi sopra elencati, è possibile ottenere un rimborso per una parte delle accise pagate sul carburante, anche se ci possono essere alcune restrizioni all’ammissibilità della richiesta e per quanto retroattiva. In alcuni paesi, è possibile ottenere uno sconto sul carburante acquistato negli anni precedenti.

I rimborsi delle accise sui carburanti sono solitamente richiesti tramite le dogane nazionali dei paesi, compilando moduli digitali o cartacei insieme a una serie completa di documenti a supporto della richiesta.

Quali importi possono essere rimborsati?

Gli importi delle riduzioni dell’imposta sul carburante cambiano periodicamente, di solito su base trimestrale o annuale. Al 3 º trimestre 2022, le aliquote fiscali che possono essere recuperate sono:

Spagna: 0.049 EURO/ litro

Francia: 0.157 EURO/ litro

Belgio: 0.0823435 EURO/ litro

Slovenia: 0 EURO/litro

Italia: 0 EURO/litro

Croazia: 0,1856 HRK/litro

Ungheria: 3,5 HUF/litro

Sebbene alcuni Paesi, a causa della situazione internazionale che influisce sul prezzo del carburante, abbiano ridotto la parte di accise recuperabile dalle imprese di trasporto nel corso del 2022 è ancora possibile recuperare soldi su una parte così importante delle spese di una compagnia di trasporti. D’altro canto, a partire da oggi, la Slovenia e l’Italia hanno completamente annullato le accise sul carburante e per questo motivo, non è più possibile chiedere il rimborso su questi acquisti.

Ottieni supporto da un agente professionale per il rimborso dell’IVA

Per assicurarsi di poter ottenere il massimo da questa opportunità di recupero, si può chiedere a un agente di rimborso delle accise di presentare le proprie richieste alla dogana straniera.

Il tuo agente si assicurerà che il modulo sia debitamente compilato e supportato con tutta la documentazione necessaria, così come seguirà le tue richieste fino a quando non avrai ricevuto quanto spettante. In alcuni casi, gli importi delle accise possono essere prefinanziati alla vostra azienda, migliorando il flusso di cassa e rendendo più veloce il recupero.

Contatta FastVAT per analizzare le possibilità di rimborso delle accise e iniziare a recuperare i tuoi soldi oggi stesso!

Condividi questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is registered on wpml.org as a development site.